myCoFood

Nella Gazzetta Ufficiale del 29 dicembre 2023, sono stati pubblicati i quattro decreti del 6 aprile 2023, conosciuti come “decreti insetti”, emanati dal Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste, di concerto con il Ministero delle Imprese e del Made in Italy e con il Ministero della Salute.

Questi seguono i regolamenti europei che a partire dal 2021 hanno autorizzato come nuovi alimenti determinate specie di insetti, quali il grillo domestico, la larva gialla della farina, la locusta migratoria e il verme della farina minore.

I quattro nuovi decreti, tra loro identici eccetto che per i nomi delle specie di insetti regolamentate, introducono disposizioni sull’etichettatura e la commercializzazione di prodotti alimentari a base di tali insetti.

Di seguito le principali disposizioni introdotte dai decreti:

  • sono definite le denominazioni legali degli alimenti che contengono insetti;
  • è stabilito l’obbligo di indicare in etichetta, in prossimità dell’elenco degli ingredienti, che il prodotto può provocare reazioni allergiche nei soggetti con allergie note ai crostacei e ai prodotti a base di crostacei, ai molluschi e ai prodotti a base di molluschi e agli acari della polvere;
  • si introduce l’obbligo di indicare nel campo visivo principale la tipologia di insetto contenuta nell’alimento;
  • per quanto riguarda il commercio al dettaglio, è stabilito che i prodotti alimentari a base di insetti debbano essere posti in vendita in reparti separati rispetto a quelli in cui sono posti gli altri alimenti;
  • è introdotto l’obbligo d’indicazione del luogo di provenienza;
  • sono individuate le autorità competenti ad effettuare i controlli sul rispetto delle disposizioni: l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, il Ministero della Salute, le regioni, le Province autonome di Trento e Bolzano e le Aziende sanitarie  locali
  • è stabilito che le sanzioni sono quelle previste dal decreto legislativo n. 231 del 2017:
  1.  nel caso di omessa indicazione degli allergeni, la sanzione amministrativa pecuniaria da 5.000 euro a 40.000 euro e, nel caso di indicazione degli allergeni con modalità difforme da quanto previsto nella norma, la sanzione amministrativa pecuniaria da 2.000 euro a 16.000 euro;
  2.  negli altri casi, la sanzione amministrativa pecuniaria da 3.000 euro a 24.000 euro;
  • i decreti contengono, come imposto dal diritto UE, la clausola di mutuo riconoscimento, principio secondo il quale le disposizioni non si applicano ai prodotti legalmente fabbricati o commercializzati in un altro Stato membro dell’Unione Europea.

Pur riflettendo una specifica sensibilità politica alla difesa del made in Italy e un’attenzione particolare alla sicurezza alimentare e alla trasparenza nella informazione del consumatore, i decreti italiani in parte si sovrappongono alle normative europee già esistenti, costituite dagli stessi regolamenti autorizzativi dei nuovi alimenti e dal regolamento n. 1169/2011 sull’etichettatura alimentare. Di fatto, le uniche novità introdotte rispetto a quanto già stabilito dall’UE sono gli obblighi relativi all’indicazione nel campo visivo principale della specie di insetto contenuta nel prodotto e quella del luogo di provenienza, nonché la previsione dell’offerta in vendita in scaffalature riservate.

Per quanto riguarda gli obblighi di etichettatura, l’effettività degli stessi risulta alquanto limitata se si considera che essi non saranno applicabili ai prodotti alimentari venduti in Italia ma fabbricati in altri Paesi.

Archivio:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from - Youtube
Vimeo
Consent to display content from - Vimeo
Google Maps
Consent to display content from - Google
Spotify
Consent to display content from - Spotify
Sound Cloud
Consent to display content from - Sound
mycofood
Cart Overview